Cani: Puntura di Vespa o di Ape, come comportarsi

E’ utile sapere sin da subito che la puntura di ape è più dolorosa rispetto a quella della vespa. Nonostante la prima specie sia più mansueta e la seconda generalmente più aggressiva. Inoltre il pungiglione dell’ape è uncinato, quindi più difficile da estrarre, mentre quello della vespa è diritto.

I casi sono più o meno gravi a seconda della parte del corpo in cui il cane è stato punto. L’interno della bocca e del naso sono i punti più a rischio, ed è bene nel caso si presenti questa situazione, affidarsi d’urgenza a un veterinario o una clinica specializzata. Se invece il cane viene punto sul corpo o all’esterno sulle labbra, si può semplicemente utilizzare lo stick di ammoniaca presente nel kit di pronto soccorso, oppure in alternativa utilizzare impacchi improvvisati di acqua e aceto o acqua e limone da applicare sulla parte interessata.
Sicuramente prima di procedere all’applicazione, è bene estrarre il pungiglione. Si consiglia sempre di utilizzare una pinzetta onde evitare di usare le mani, proprio perché come già detto in precedenza alcuni pungiglioni sono più difficili da togliere e c’è il rischio che si spezzino internamente.

L’emergenze più gravi si manifestano se il cane viene punto all’interno della bocca o del naso, poiché rischia soffocamento causato da edema polmonare o se l’animale è allergico.

In questa circostanza, come per l’essere umano c’è rischio di shock anafilattico:

-Sintomi

vomito, convulsioni, forte difficoltà a respirare. Tutto ciò può portare ad una morta rapida.