Il morso della vipera nel cane..

Sta iniziando la primavera ed è il periodo in cui i serpenti escono dal letargo. Non tutti però sono velenosi. In montagna e in alcune zone collinari e di pianura tuttavia c’è il rischio di imbattersi nelle vipere. In Italia ne esistono diverse specie. Per capire se abbiamo a che fare con un serpente velenoso, ci basta osservare la forma della testa, gli occhi e la coda. In genere le specie innocue hanno la testa dalla forma ovoidale, gli occhi, le pupille tonde e la coda lunga e sottile. Le vipere invece hanno il capo triangolare, il muso squadrato con apice rivolto verso l’alto, sono tozze e possiedono code corte.

Nel periodo primaverile è più alto il rischio di imbattersi in questi rettili, poiché appena usciti dal letargo, tendono a muoversi lentamente. Inoltre in primavera le loro ghiandole velenifere sono più cariche rispetto al periodo estivo.

I nostri amici a quattro zampe, sono più sensibili dell’uomo al morso delle vipere. In genere i cani vengono morsi sulle zampe o sul muso, quelli di taglia più piccola sono più esposti a maggiori rischi, mentre quelli più grandi risultano essere più resistenti.


QUALI SONO I SINTOMI?


Questo dipende dal punto in cui il cane è stato morso, per esempio gli arti sono la zona a meno a rischio, ma se l’animale viene colpito alla gola si manifesta edema della glottide con sintomi da soffocamento. In genere i sintomi veri e propri compaiono dopo circa una ventina di minuti: vomito, diarrea, tremori, sintomi neurologici, emorragie, mucose pallide, debolezza..


COSA FARE E COSA NON FARE?


-Non incidere la ferita e succhiare via il veleno, oltre a non essere efficace come sistema, c’è il rischio di ingurgitare il liquido.

-Non Tentare di disinfettare con l’alcool la ferita, poiché questo forma composti tossici che si mischiano con il veleno

-Evitare di utilizzare lacci emostatici, vi è la possibilità di mandare in necrosi la parte lesa.

-Non utilizzare il siero antivipera, poiché il cane rischia lo shock anafilattico.

-Contattare immediatamente il veterinario o una clinica specializzata e portare l’animale d’urgenza

-Si può cercare di lenire il dolore applicando acqua ossigenata sulla ferita.

×

Ciao!

Se hai difficoltà a scriverci da pc, puoi entrare da dispositivi mobili, oppure installare whatsapp dekstop. In alternativa scrivi un email a orthovethealth@mail.com

× Come possiamo aiutarti? Scrivi sulla chat