ortopedia veterinaria

inverno zampa cane ortopedia

Alcuni accorgimenti per proteggere le zampe dei cani dal freddo e dalla neve

I nostri cani sono abituati a giocare nella neve e sicuramente la loro pelliccia li protegge dal freddo dell’inverno. Tuttavia se l’animale inizia a camminare in maniera buffa, zoppicare o sedersi di continuo probabilmente sta manifestando dei sintomi di sofferenza dovuti al terreno gelido, in questo caso i sintomi non sempre sono relativi a problemi ortopedici. Alcuni cani hanno una pelliccia molto folta sulle dita delle zampe, questo permette  alla neve di accumularsi negli spazi interdigitali e ciò contribuisce ad aggravare

ortopedia veterinaria cani inverno

Un veterinario passa la notte in una cuccia al freddo per mostrare quanto soffre un animale durante l’inverno

Gli animali sono animali è vero, l’inverno e il freddo sono sempre stati nemici dei nostri amici a 4 zampe, questione legata alla selezione naturale, ma una volta che abbiamo deciso di adottarne uno è compito nostro far sì che possa vivere al meglio. Molti animali da compagnia (sopratutto i cani) durante l’inverno vengono lasciati dormire fuori al freddo e questo capita sopratutto nelle zone di campagna. Come gli esseri umani anche i cani sono soggetti a ipotermia e geloni e

app ortopedia veterinaria

La prima app al mondo per veterinari ortopedici permette di risparmiare tempo e ottenere risultati migliori

Si chiama Vpop-Pro e attualmente è disponibile solo su app store (clicca qui). L’app permette di caricare immagini radiografiche e e di creare piani chirurgici eseguendo operazioni di chirurgia virtuale; Tutto questo può essere condiviso  in cloud con colleghi e clienti. L’idea è stata realizzata da Rory Paton, un veterinario e ortopedico inglese che ha cercato una soluzione per ridurre i pesanti carichi di lavoro. Paton ha fatto realizzare l’app per se stesso, finché anche i suoi

artrosi ortopedia cane ortopedia veterinaria

Come Rallentare il manifestarsi dell’artrosi nel cane

Esistono dei metodi per poter rallentare lo svilupparsi dell’artrosi nel cane, in modo da riuscire ad attenuarne gli effetti. Alcuni cani di razza sono più predisposti a questo tipo di affezione, ad esempio i Labrador o i Golden Retriever. E’ molto importante monitorare costantemente il peso dell’animale facendogli seguire un’alimentazione corretta e facendogli fare esercizio fisico. Questi sono forse i due fattori più importanti per quanto riguarda la prevenzione. Aumentare la massa muscolare e la massa magra, aiuterà il cane

letto ortopedico cane veterinaria, ortopedia

Perché dotarsi di un letto ortopedico?

Anche il riposo è molto importante, tanto per l’uomo quanto per il cane. Il sonno abbassa le funzioni vitali dell’animale rendendo di conseguenza le ossa più fragili. Infatti, nel caso in cui il cane soffra di problemi ortopedici, abbia difficoltà a deambulare o sia afflitto da artrite o artrosi, la preparazione di un giaciglio accogliente gli consentirà di lenire i dolori provocati da questo tipo di affezioni. La questione diventa prioritaria se parliamo di un cane anziano; a quest’età difatti

protesi ortopedia veterinaria

Il cane senza zampe, ora é in grado di camminare grazie a un iniziativa nata sul web

A causa di una malattia genetica, gli sono state amputate tre zampe. Ora, grazie a una raccolta fondi nata sul web, Alex, il pastore australiano é in grado di camminare . Gli sono state impiantate delle protesi in silicone provvisorie realizzate grazie a una stampante 3D. Queste verranno presto sostituite da protesi bioniche in carbonio. L’ortopedia veterinaria sta facendo passi da gigante negli ultimi anni e forse tra qualche anno ci sarà la possibilità di utilizzare arti robot in grado

mielopatia degenerativa, ortopedia cane, ortopedia veterinaria

Mielopatia degenerativa, serve ricerca

La mielopatia degenerativa (DM) è una malattia che colpisce i cani sia di grossa che di piccola taglia, le razze più predisposte sono il pastore tedesco, il carlino, il siberian husky, welsh corgi, kerry blue terrier, barboncino, Hovawart, Ridgeback e Soaft-Coated, Boxer, Fox Terrier. Purtroppo non esiste ancora una cura effettiva per la mielopatia degenerativa, sebbene siano stati identificati i geni che codificano la patologia. La malattia è di carattere neurologico e interessa il midollo spinale. Gli stimoli nervosi che

protesi cane, neuroprotesi, ortopedia veterinaria

le protesi del futuro, come la tecnologia potrebbe migliorare la vita dei nostri animali

Come le protesi del futuro potranno cambiare la vita dei nostri animali? Ci vorrà ancora un po’ di tempo, ma oramai risulta difficile riuscire a correre dietro all’evoluzione tecnologica in continua crescita. Solo da qualche anno si è iniziata a sperimentare la terapia con cellule staminali mesenchimali e non ci vorrà molto perché le protesi umane bioniche quelle in grado di rispondere agli stimoli del cervello e ai recettori nervosi, possano presto essere disponibili anche per gli animali.In tal caso parliamo di

staminali chirurgia ortopedia veterinaria

OrthoVetHealth: Cellule staminali utilizzate anche in medicina veterinaria

Da qualche anno le cellule staminali vengono utilizzate anche in medicina veterinaria, specialmente nel campo dell’ortopedia se ne fa uso, per lesioni di tipo muscolare e articolare.Nei cani e nei gatti vengono utilizzate prevalentemente per prevenire problemi legati all’articolazione dell’anca e del ginocchio, artrosi, artriti, degenerazione tissutale. L’inoculazione delle cellule staminali è una terapia rigenerativa; Le cellule hanno la capacità di autorinnovarsi e autorigenerarsi riducendo dolori, infiammazioni e difficoltà di movimento. Esse vengono ricavate da un prelievo del tessuto adiposo dell’animale stesso (in questo caso si parla di terapia autologa), oppure dal tessuto di un donatore sano diverso dal ricevente (in

Prevenire problemi articolari nei cuccioli

Le fasi che compongo la crescita del cucciolo vanno monitorate con molta attenzione, sopratutto per quanto riguarda i cani di taglia grande e particolarmente attivi. Durante lo sviluppo é necessario seguire l’animale affinché svolga una corretta e costante attività fisica e assicurarsi che segua una sana alimentazione. Inoltre le attività all’aperto devono essere costanti ma non troppo intense, proprio per non traumatizzare la formazione del sistema scheletrico. In questo arco di tempo, la struttura ossea non è completamente formata. Per questo motivo

×

Ciao!

Se hai difficoltà a scriverci da pc, puoi entrare da dispositivi mobili, oppure installare whatsapp dekstop. In alternativa scrivi un email a orthovethealth@mail.com

× Come possiamo aiutarti? Scrivi sulla chat